Davide Dall'Acqua

Blog

POST PRODUZIONE – VIA LATTEA

Ho creato questo post per condividere con tutti gli interessati i diversi passaggi seguiti per la post-produzione di questo scatto. Tutto è stato gestito con maschere di livello, Curve e qualche metodo di fusione.

Ma partiamo dallo scatto. La fotografia è stata eseguita presso il Lago delle Baste a un’ora scarsa di cammino da Passo Giau – San Vito di Cadore (BL). Ringrazio Andrea Pavan per avermi fatto scoprire questo posto meraviglioso.

Per correttezza verrano riportati marchi e modelli delle tecnologie utilizzate e software per lo sviluppo digitale. Lo stesso risultato (o molto simile) può comunque essere raggiunto con tecnologie diverse ma rivolte al raggiungimento del medesimo risultato.

I dati di scatto sono:
Canon 5dMkII
Zenitar Fisheye 15/2,8 @ f4
Esposizione 30sec
ISO 3200 

Treppiede Manfrotto 055XPROB
Testa a cremagliera Manfrotto 410

Tutorial per la post produzione della Via Lattea

Il file RAW è stato sviluppato con Adobe Camera Raw variando Esposizione, Bilanciamento del Bianco e Alte Luci producendo tre livelli in Photoshop così da avere il maggior dettaglio nelle tre zone della foto:

  • Via Lattea
  • Orizzonte e luci da inquinamento luminoso
  • Tende
Camera Raw Via Lattea

Camera Raw Via Lattea

Camera Raw Via Lattea

Camera Raw Via Lattea



Camera Raw Via Lattea

Camera Raw Via Lattea

 

 

Osservando lo specifico della terza elaborazione vengono poi aggiunte delle modifiche alle curve e alla riduzione del rumore per esaltare i dettagli della via lattea e del cielo e per limitare il rumore dovuto agli elevati valori ISO e alla lunga esposizione.

Effetto Curve

Effetto Curve

Effetto Dettagli

Effetto Dettagli

Vengono quindi inseriti i tre livelli nello stesso file di progetto come qui sotto indicato

Livelli Post Produzione

Livelli Post Produzione

Dipingendo con un pennello mediamente largo ed opacità al 6% vengono mascherati i tre livelli agendo appunto su due diverse maschere di livello. Verrà quindi lasciato sullo sfondo il livello principale (con lo sviluppo per la via lattea) mentre nelle due superiori verranno create due maschere riempite di nero e lentamente, tramite lo strumento pennello, bucate le aree relativamente delle tende e dell’orizzonte (e parzialmente del cielo).

Tramite il comando Cmd+Alt+Maiusc+E viene creato un nuovo livello unendo i tre livelli precedenti ma lasciando intatti i livelli sottostanti (a differenza del comando Unisci Livelli che li elimina).

Maschere dei Livelli

Maschere dei Livelli

Successivamente alla creazione di un livello Curve applico una maschera di livello riempita di nero e tramite un pennello bianco (con durezza 100%) selezione solamente la zona in cui è presente la via lattea. La zona è più chiara perché in precedenza era stata modificata la curva per avere un riscontro immediato dell’azione della maschera.

Creazione Maschera per il livello Curve

Creazione Maschera per il livello Curve

Applichiamo quindi alla maschera un effetto di Sfocatura Filter -> Blur -> Gaussian Blur. Utilizzare una sfocatura sulla maschera, invece che un pennello con Durezza 0%, consente di poter gestire al meglio il grado di sfocatura in un secondo momento valutando l’azione di questa per ottenere l’effetto voluto.

Effetto Gaussian Blur

Effetto Gaussian Blur

Definiremo ora il miglior contrasto da utilizzare all’interno della nostra foto per valorizzare più dettagli possibili. Per questo nella finestra della regolazione Curve seleziono il primo strumento rappresentato da una mano con due frecce “Click and drag in image to modify the curve”. Posiziono il mouse sopra ad un’area luminosa a seleziono il punto con il tasto sinistro del mouse, lo stesso per un’area scura. Fatto questo appariranno due punti di controllo sulla curva.

Selezione Punti di Controllo

Selezione Punti di Controllo

Spostandoli verso l’alto (quello delle aree chiare) e verso il basso (quello delle aree luminose) aumenterò il contrasto selezionando i dettagli necessari.

Curva di Contrasto

Curva di Contrasto

Utilizzando la Shortcut Cmd+Alt+Maiusc+E creo una copia dei livelli uniti. Duplico nuovamente questo livello così da mantenere due livelli identici. A questo secondo applico l’effetto Unsharp Mask per contrastare i piccoli dettagli.

Effetto Unsharp Mask

Effetto Unsharp Mask

Successivamente applico una nuova maschera e come prima, con un pennello bianco con Durezza al 100%, seleziono l’area della Via Lattea per renderla maggiormente dettagliata. Successivamente con il filtro Gaussian Blur seleziono il raggio di sfumatura per la selezione.

Sfocatura della Maschera

Sfocatura della Maschera

Evidentemente è presente ancora l’inquinamento luminoso prodotto dai centri abitati nelle vicinanze. Per cercare di attenuarlo ancora utilizzo sempre il livello di regolazione Curve agendo sia sul canale RGB che sui singoli canali (prevalentementeR e G) dopo aver creato anche qui una maschera che, sempre con lo stesso procedimento dei casi precedenti, isoli solo l’area interessata cioè quella vicina all’orizzonte.

Regolazione curve RGB

Regolazione curve RGB

Riutilizo Cmd -> Alt ->Maiusc -> E per creare un nuovo livello. Su questo ho agito lievemente rimuovendo due piccole scie aeree. Ultimate le modifiche è stato duplicato e a questo ho applicato il filtro High Pass, Filter -> Other -> High Pass. Personalmente utilizzo solamente valori compresi tra 1 e 2 per aumentare leggermente il micro-contrasto ma mantenere allo stesso tempo controllata la grana del rumore. Questo livello viene poi fuso con i precedenti selezionando la modalitàSoft Light ed eventualmente agendo sull’opacità. Se si utilizzano livelli Smart Object sarà possibile tornare a variare il parametro anche in un secondo momento con un doppio click sull’effetto collegato al livello.

Filtro High Pass

Filtro High Pass

Potremmo concludere la post-produzione qui ma ho voluto aggiungere un’ultima cosa. Ho selezionato tra i diversi livelli di regolazione “Gradient Map” ed ho selezionato il preset con i due colori viola-arancio. Ho modificato leggermente la sfumatura osservando nella preview che le aree arancioni coincidessero il più possibile con l’area più luminosa della Via Lattea.

Gradient Mapp

Gradient Mapp

Fondendo insime anche quest’ultimo livello con il metodo Soft Light e diminuendo considerevolmente il riempimento (o opacità) fino al 20% concludo i passaggi necessari per raggiungere il risultato voluto.

Livelli e Maschere - Progetto Finale

Livelli e Maschere – Progetto Finale


Immagine Finale

Immagine Finale

Before - After

Before – After

 

Join Us On Facebook - irisMedia

2 Comments

  • Christian on nov 04, 2016 Rispondi

    Ciao,
    prima di tutto complimenti per questo tutorial utilissimo e veramente ben realizzato!!!
    volevo chiederti a che ora hai scattato ?
    vedo molte volte fotografie che ritraggono la via lattea ripresa in orari che sembrano albe o tramonti cioè nella parte bassa della via lattea il cielo è color arancio.Mi domando a che ora sono state scattate?’
    Ancora complimenti e grazie per la condivisione del tutorial!!!
    Christian

    • irismedia on nov 04, 2016 Rispondi

      Ciao Cristian e grazie del commento!

      Le foto sono state scattate verso le 21,30 (ora non ricordo l’ora precisa). A volte però il cielo sulla parte vicino all’orizzonte tende ad un colore arancio non solo per possibili tramonti ma soprattutto per l’inquinamento luminoso che è veramente tanto!! A volte è un problema togliere queste tonalità calde e si cerca allora di diminuirle il più possibile o di enfatizzarle